scritta studio fisicaro.jpeg

phone
unai studio fisicaro catania.jpeg
logo studio fisicaro.jpeg

La maggioranza in assemblea condominiale

2023-08-01 16:00

author

Amministrazioni condominiali, assemblea condominiale, maggioranza,

La maggioranza in assemblea condominiale

L'assemblea condominiale è un momento importante per la gestione e l'amministrazione del proprio condominio.

 

 

 

La maggioranza in assemblea condominiale

 

 

 

L'assemblea condominiale è un momento importante per la gestione e l'amministrazione del proprio condominio. In questa occasione, infatti, i proprietari di ogni singola unità immobiliare si incontrano per discutere delle problematiche comuni e prendere decisioni riguardanti la manutenzione, la gestione delle spese e l'organizzazione degli spazi comuni.

 

Uno dei principali aspetti che vengono affrontati in assemblea è quello della maggioranza necessaria per prendere una decisione. Infatti, ogni delibera deve essere approvata dalla maggioranza dei presenti, ma questa maggioranza non è sempre uguale.

 

Innanzitutto, bisogna distinguere tra le delibere ordinarie e quelle straordinarie. Le prime riguardano decisioni di routine come la nomina dell'amministratore o la gestione delle spese correnti, mentre le seconde riguardano interventi più importanti come la ristrutturazione dell'edificio o la modifica della destinazione d'uso delle unità immobiliari.

 

Per le delibere ordinarie, la maggioranza necessaria per l'approvazione è quella dei presenti che rappresentino almeno la metà del valore dell'edificio. In altre parole, se l'edificio ha un valore complessivo di un milione di euro e sono presenti 10 proprietari, la maggioranza necessaria sarà quella dei presenti che rappresentino almeno 500.000 euro.

 

Per le delibere straordinarie, invece, la maggioranza necessaria è quella dei presenti che rappresentino almeno due terzi del valore dell'edificio. Questo significa che, per prendere una decisione di questo tipo, è necessario che la maggioranza dei presenti rappresenti almeno il 66,6% del valore complessivo dell'edificio.

 

È importante sottolineare che per il calcolo della maggioranza si tiene conto solo dei proprietari presenti in assemblea e non di quelli assenti. Inoltre, se un proprietario possiede più di una unità immobiliare, il suo voto conta in base al numero delle unità possedute.

In caso di parità di voti, la delibera non viene approvata e si deve riproporre la votazione in un'altra assemblea.

 

In conclusione, la maggioranza in assemblea condominiale è un aspetto fondamentale per prendere decisioni importanti riguardanti la gestione del proprio condominio. È importante conoscere le regole e le maggioranze necessarie per l'approvazione delle delibere, per evitare spiacevoli sorprese e garantire una gestione corretta e trasparente del proprio immobile.

info@studiofisicaro.com

STUDIOFISICARO @ ALL RIGHT RESERVED